Cessione del Quinto dello Stipendio

Cessione del quinto dello stipendio


La Cessione del Quinto è un finanziamento a tasso fisso. La sua principale caratteristica è relativa al rimborso delle rate che avviene mensilmente, attraverso la trattenuta diretta dallo stipendio, per un ammontare che non può superare il quinto della retribuzione mensile netta.

È necessario essere lavoratori dipendenti (privati, pubblici o statali) con contratto a tempo indeterminato (sono esclusi i lavoratori autonomi).

L’importo massimo che è possibile richiedere dipende da una serie di fattori come ad esempio: anzianità di servizio e importo del TFR accantonato… ma in ogni caso non può superare 1/5 dello stipendio e avere una durata da 24 a 120 mesi.

Nel caso tu abbia già una Cessione del Quinto dello stipendio hai la possibilità di chiederne un’altra al tuo datore di lavoro e ricorrere alla delega di pagamento. In ogni caso l’importo non potrà superare un ulteriore 20% dello stipendio, cioè la somma delle rate non potrà superare il 40% del tuo stipendio (scopri come valutare il tuo merito creditizio).

Per questo tipo di finanziamento la legge prevede la stipula di una polizza assicurativa sia nella parte del rischio impiego che in quella del rischio vita. Questo per proteggere te e i tuoi cari nel caso tu perda del lavoro o venga a mancare ed evitare che le responsabilità del finanziamento ricadano su di loro.

La cessione del quinto prevede che il tuo datore di lavoro provveda al pagamento degli importi mensili a seguito della trattenuta degli importi. Pertanto non è  possibile pagare una cessione del quinto con addebito sul conto corrente?

In conclusione…

Puoi richiedere la cessione del quinto se:

  • sei un lavoratore dipendente pubblico, statale, privato (no lavoratori autonomi)
  • se hai un contratto di lavoro a tempo indeteriminato
  • se hai tra i 18 e i 63 anni
  • se hai un buon merito creditizio
  • se sei stato un buon pagatore

Per richiederla è necessario munirsi di:

  • ultima busta paga
  • documento di identità
  • tessera sanitaria

Se hai trovato interessante questo articolo e desideri essere informato sulle mie future iniziative allora seguimi sulla mia pagina Facebook oppure scrivimi qui.

Nadia 🙂



banner santander